Ricostruzione unghie: cos’è?

0

Se sei capitata su questo articolo è perché molto probabilmente stai iniziando a raccogliere informazioni su cos’è la ricostruzione unghie.

Devi sapere che negli ultimi anni è un mercato che è andato molto ad espandersi e molte ragazze ne fanno ricorso per avere sempre delle unghie perfette per ogni occasione.

cos'è la ricostruzione unghie

Ricostruzione unghie – Cos’è?

La ricostruzione unghie è un trattamento innovativo estetico di allungamento o di copertura dell’unghia, da non confondere con le unghie finte. Essa appunto viene effettuata sull’unghia naturale, ed è molto utilizzata nei casi di unghie mangiate e rovinate, o per chi ha unghie molto fragili e non riesce ad averle lunghe in modo naturale.

La ricostruzione delle unghie è stata ideata negli anni 50’ da un dentista statunitense di nome Fred Slack, che dopo essersi tagliato un dito, con l’aiuto di un foglio in alluminio come base adatta a riparare l’unghia, creò una polvere acrilica ad uso dentale, spalmandone un pò sull’unghia lasciando successivamente ad asciugare all’aria.

Grazie a questo inconveniente, Fred ha avuto l’intuizione che ha portato alla nascita della ricostruzione unghie in acrilico. L’idea ebbe un grande successo, infatti, Fred e suo fratello fondarono la Patty Nails, prima azienda di prodotti per la ricostruzione unghie in acrilico che dominò il mercato americano fino agli anni 80’.

Molte donne scelgono questo trattamento, rispetto alla sola manicure con smalto, perché la ricostruzione è più resistente e durevole e consente di avere le mani sempre ordinate e belle nel tempo.

Da qualche anno la ricostruzione unghie si è sempre più affermata nel settore della bellezza, merito di tante professioniste e prodotti innovativi che permettono di offrire un risultato impeccabile; viene effettuata da estetiste certificate e specializzate o onicotecniche, che hanno conseguito corsi riconosciuti nelle accademie per ricostruzione unghie o nail art, ricevendo un attestato di partecipazione.

Quando si prende la decisione di fare una ricostruzione unghie, è sempre meglio affidarsi ad una professionista, perché avendo tutti i requisiti necessari, sa come operare e che genere di prodotti usare, evitando tutte le varie problematiche dovute magari ad una scarsa conoscenza dei trattamenti o tecniche di lavorazione.

Con quali materiali si può effettuare?

La ricostruzione unghie può essere effettuata in tanti modi, ognuno ha un materiale e lavorazione diversa. I materiali che si possono utilizzare sono:

Ricostruzione unghie in Gel

La ricostruzione unghie in Gel è la più diffusa. Viene praticata mediante una sostanza di consistenza viscosa o liquida, con diverse densità chiamata appunto Gel, che può essere a UV o LED.

E’ necessario sapere che sono sostanze fotoindurenti, cioè che una volta steso il prodotto sull’unghia e successivamente modellato, va fatto asciugare in una lampada o fornetto, mediante l’azione dei raggi UV o LED. In questa fase, chiamata polimerizzazione, i raggi UV o LED vanno a contatto con le molecole del Gel rendendolo rigido e resistente, pronto per le fasi successive.

Esistono due tipi di Gel: Il metodo Trifasico e Monofasico.

Il primo richiede l ‘uso di tre prodotti diversi; una Base Gel, che serve per far aderire meglio il Gel Costruttore all’unghia naturale, dopo di che è necessario l ‘uso appunto di un Gel Costruttore, che garantisce la forma dell’unghia ricostruita ed infine il lucidante o fissante, che da all’unghia un aspetto brillante e maggiore stabilità. Ovviamente tutti e tre i prodotti una volta applicati, vanno man mano catalizzati in lampada.

Il Gel Monofasico, invece comprende base, costruttore e fissante in un unico prodotto. I vantaggi sono che è più pratico ed economico, ed inoltre lavorando solo un unico prodotto si risparmia tempo.

Acrygel

L’Acrygel è un prodotto innovativo che comprende le caratteristiche migliori del Gel e dell’Acrilico, è inodore ed è molto resistente ed elastico. Viene modellato mediante un pennello apposito imbevuto nella soluzione per Acrygel.

Durante la limatura del prodotto, la polvere essendo pesante tende a cadere verso il basso, lasciando l’ambiente di lavoro più ordinato. È perfetto da usare su unghie onicofagiche e difficili da ricostruire, grazie alla sua alta densità, non cola dalle parti ed è molto veloce e facile da lavorare. Si asciuga in lampada UV/LED e non provoca bruciore durante il processo di Polimerizzazione.

Acrilico

La ricostruzione unghie in Acrilico è stato il primo metodo di ricostruzione usato dalle professioniste, all’inizio degli anni 50’, ma col tempo è stato un po’ messo da parte a causa dell’uso del metodo Gel e dell’Acrygel.

E’ una tecnica più complessa rispetto alle altre, perché viene effettuata combinando una polvere acrilica chiamata polimero, ed un liquido specifico, chiamato monomero; quando entrambe le sostanze vengono a contatto, scatta una reazione chimica in cui si ottiene un materiale estremamente modellabile e ben compatto.

A differenza delle altre metodologie di ricostruzione, l’Acrilico si solidifica venendo a contatto con l ‘aria, quindi non necessita di polimerizzazione in lampada UV/LED; è un materiale molto versatile, ha un odore pungente, ma non preoccuparti perché non è assolutamente nocivo per la salute.

Si modella con facilità usando un pennello apposito, con la forma a punta e le setole in Martora, ma attenzione perché asciugandosi all’aria, il tempo di lavorazione è fortemente limitato! Infatti, per chi volesse ricorrere ad una ricostruzione in Acrilico, è meglio affidarsi in mani esperte, perché la modellatura è molto più complicata rispetto agli altri metodi. Infatti, uno di questi è il motivo per cui l’Acrilico viene usato poco dalle professioniste.

L’Acrilico è una sostanza che resiste notevolmente agli urti ed ai traumi quotidiani, infatti è perfetto per donne che fanno un lavoro manuale o ad esempio le casalinghe, che vengono spesso a contatto con prodotti chimici che rovinano facilmente la ricostruzione.

Inoltre è consigliato in caso di Onicofagia grave, unghie fortemente danneggiate, con problemi legati alla struttura, ad esempio avvallamenti o solchi del letto ungueale o anomalie varie.

Fiberglass

La ricostruzione unghie in Fiberglass o Fibra di vetro, è un metodo molto più semplice, veloce ed economico di allungamento e ricostruzione dell’unghia. I materiali da usare sono ridotti rispetto alle altre tipologie di ricostruzione; bisogna munirsi solamente di Fibra di vetro, di una resina, colla apposita e dell’attivatore.

È applicabile su unghie preferibilmente sane, con un letto ungueale privo di anomalie o inestetismi; soprattutto in caso di onicofagia, non si può procedere con la ricostruzione perché serve un certo spazio per l’appoggio delle fibre di vetro.

È una tecnica consigliata nel caso di un’unghia rotta, sbeccata o scheggiata e con poca bombatura dell’unghia naturale; Essendo un lavoro che non richiede particolari manualità per l’applicazione, non necessita di lampada UV/LED e non produce polveri, va molto bene in caso di mancanza di tempo o per chi non ha pazienza, anche solo per una serata o un evento particolare.

L’aspetto dell’unghia è molto naturale e sottile, nonostante questo è adatta comunque per chi fa un lavoro manuale o alle casalinghe. Purtroppo i colori a gel UV o Smalto Gel Semipermanente non sono compatibili con i materiali usati per la fibra di vetro, quindi si dovrà procedere con un normale smalto colorato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui